Club Scherma Osimo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

auguri

E-mail Stampa PDF

 

Gare di fine anno

E-mail Stampa PDF

PICCOLI PUFFI...GRANDI PUFFI


E' iniziata la stagione agonistica anche per i nostri piccoli atleti della cat. Esordienti e Prime Lame. La prima gara si è svolta presso il Palascherma di Jesi il 12 dicembre.

Anche in questo glorioso contesto la nostra società si è ben distinta con due podi, grazie a Giusy Natuzzi, seconda nella cat.E (nati nel 2002-2004) e Rebecca Benigni terza nella cat. D (2005) premiati dall'olimpionica Elisa Di Francisca.

Da segnalare il buon quinto posto di Valentina Lucchesi al suo esordio con il fioretto di metallo e le buone prove di Jacopo Bianchelli, Ettore Bruni, Niccolò Michele Triggiani, Matteo Lamattina, Anna Claudia Marini e Nicole Taffo nella cat. C (2007) e di Cristian, Filippo, Carlo Alberto, Gabriele e Alessandro che essendo tra i più piccoli sono tutti stati premiati e classificati ex equo.

Soddisfatte le nostre giovani istruttrici, Eleonora e Violetta, che accompagnavano i “piccolini” a bordo pedana.

La settimana successiva invece, i nostri Cadetti hanno preso parte alla 2a prova di qualificazione regionale di spada. Diego ha tirato ottimamente ai gironi con un 60% di vittorie che gli ha garantito il passaggio automatico alla seconda diretta dove ha perso dal n. 5, il pesarese Carloni (15-12), mentre Alessia non è riuscita a ripetere l'esito delle ultime gare, uscendo di scena dopo i gironi con un'unica vittoria conquistata.

Buone feste a tutti, genitori, atleti e maestri

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Dicembre 2015 18:58
 

1a Nazionale Ancona

E-mail Stampa PDF


L'ISTINTO DEL GUERRIERO

Ce l'ha nel DNA Camilla e si nota da come sta in pedana, con la naturalezza di chi sembra quasi esserci nato, con il gusto di chi si diverte da morire e con la forza del predestinato.

Quest'anno è iniziato a mille per lei, vittoria nell'Interregionale ad Ariccia vendicando la finale persa al Campionato Italiano contro la frascatana Conti, bis nella prima prova Nazionale ad Ancona, stavolta contro la veneta Crivellaro e conquista della testa del ranking italiano di categoria, ma, soprattutto, una supremazia che in questo momento sembra quasi imbarazzante.

A volte era stata descritta come poco riflessiva, poco tattica, poco disposta ad ascoltare, o al contrario come troppo istintiva, troppo presa dalla foga.

Ma in questo momento è proprio questa sua tempra a fare la differenza sulle altre, questa sua capacità di trovare la strada con la punta per toccare l'avversaria e nel contempo di saper reagire, di parare e controparare quando viene attaccata.

Forse la strada non sarà sempre semplice, ma l'istinto del guerriero non le manca.

Così come non fa difetto a Benedetta, ottima seconda ad Ancona, dove, al termine di una giornata quasi perfetta, non le è riuscita la vendetta nei confronti di chi l'aveva superata in finale al Campionato Italiano, la pratese Becucci.

Forse una scherma meno frenetica e più ragionata la sua, ma che ugualmente la porta a non tradire mai nelle gare che contano.

Istinto da guerriero che comincia a mostrare anche Ludovica, sebbene sulle pedane da pochi anni, con quel coraggio di sfidare quelle “più in alto di lei” e dar loro un po' più di filo da torcere di qualche tempo fa. Per lei è già una vittoria.

C'è poi chi come Riccardo l'istinto da guerriero non sembrerebbe proprio averlo, tanto che quest'anno pensava di rinunciare a far gare, ma con la sua calma in Ancona è riuscito in un discreto 50% di vittorie nei gironi che gli ha permesso di passare di diritto la prima diretta e di vincere la seconda, prima di uscire con un soddisfacente 55° posto.

C'è poi chi, se ce l'ha, è però quello di un kamikaze giapponese, visto che la tensione gli si rivolta sempre contro. E dire che in sala scherma Giacomo è uno di quelli che tira meglio!

Stesso discorso potrebbe valere per Sveva, che è in possesso di una discreta tecnica, ma gli occhi di tigre in pedana li ha mostrati per ora solo nella gara a squadra.

Assolti con formula piena Daniele e Mirco che essendo alle prime gare non potevano oggettivamente dare più di ciò che hanno dato.

Auguri infine alla nostra infortunata Angela che dal fioretto è purtroppo passata alla stampella e comunque ha voluto stoicamente seguire e incitare le compagne a bordo pedana. Speriamo torni quanto prima a misurarsi con maschera e lama.

P.S. Purtroppo mentre scriviamo è arrivata la notizia del grave infortunio (tibia e perone) di Camilla che sarà costretta a saltare la 2a gara Interregionale. Avevamo anche scritto che non si vedeva chi in questo momento potesse fermare la sua corsa: non era un chi, ma un cosa, un incidente, la sfortuna che purtroppo capita quando meno te l'aspetti.

Siamo però sicuri che con il suo istinto da combattente saprà presto rimettersi in pedana e tornare a vincere.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Dicembre 2015 15:57
 

Ravenna '15

E-mail Stampa PDF

LA PRIMA DI MIRCO


Mirko Cola è uno dei nostri giovani atleti, un classe 2002.

Oggi raccontiamo la sua storia.

Mirko ha incontrato tardi la scherma dopo aver provato vari altri sport.

Ha iniziato il suo cammino lo scorso anno ottenendo subito discreti risultati nel fioretto di plastica ed entusiasmandosi pian piano per questa nostra difficile pratica sportiva.

Quest'anno ha iniziato a tirare con l'arma di metallo e da subito si è orientato verso l'arma senza convenzione, la spada.

Alla sua prima gara, il trofeo Conero, torneo satellite del circuito nazionale, è arrivato un 3° posto, sorprendente, nonostante gli iscritti alla gara fossero molto pochi.

Sabato invece ha affrontato la prima gara “che conta”, calcando le pedane della prova Nazionale del circuito Kinder + Sport, dove si confrontavano ben 173 atleti provenienti da tutta Italia.

Mirko era l'unico marchigiano iscritto nella sua categoria, quella degli Allievi, l'ultimo anno tra gli under '14.

Unico marchigiano, dicevamo, (la nostra è terra elettiva per il fioretto) che si doveva confrontare con atleti che avevano iniziato spada già da molti anni.

Non ci si poteva illudere troppo sul risultato finale.

Eppure il nostro ha fatto la sua parte più che dignitosamente.

Dopo una fase a gironi difficile, con un solo incontro vinto su sette, (ma era quello che partiva con il ranking più basso), Mirko iniziava la fase delle dirette come 153° del tabellone.

Si trovava subito di fronte un avversario meglio posizionato di lui, Giovanni Baldin della Bernardi di Ferrara, squadra che sforna ogni anno buoni spadisti e riusciva a compiere un miracolo battendo il suo avversario per 15-11, prima di uscire con l'onore delle armi al turno successivo contro un avversario esperto, Sebastian Sanguineti, atleta di una delle società leader nel settore della spada, la Pompilio di Genova (15-9 per il ligure).

Perciò...buona la prima, Mirko!

Anche la maestra Eleonora, che lo ha seguito a bordo pedana, si è mostrata molto soddisfatta.

Ultimo aggiornamento Domenica 15 Novembre 2015 23:32
 

Ariccia '15

E-mail Stampa PDF

SCHERMA OSIMANA SEMPRE PIU' IN ALTO

 

Il medagliere delle gare di fioretto recita: Club Scherma Osimo 2 ori, Club Scherma Terni, Club Scherma Ariccia, Accademia della Scherma Spoleto e Giulio Verne Roma 1 oro.

Non è cosa da poco mettere dietro club schermistici come quello jesino o anconetano o quelli laziali e umbri (Roma, Frascati, Ariccia, Terni e Spoleto) da sempre tra i più titolati d'Italia.

Eppure il Club Scherma Osimo continua a farlo, a dispetto della sua, apparente, marginalità.

Anche dalla prima prova Interregionale under 14 di Ariccia (23 ottobre 2015) gli atleti osimani portano a casa grandissime soddisfazioni.

In un torneo che vedeva presenti atleti provenienti da Marche, Umbria, Lazio, Campania e Abruzzo, su sei categorie di fioretto, i nostri portacolori si sono contraddistinti vincendone ben due: la gara regina della cat. Ragazze-Allieve è stata infatti conquistata dall'inossidabile Benedetta Barbetti, che ha dimostrato, se ce ne fosse ancora bisogno, classe e temperamento in tutti gli incontri della sua esaltante giornata fino alla finale vinta contro la jesina Morici che aveva dalla sua la maestra Giovanna Trillini a bordo pedana, così come la prova della cat. Giovanissime è andata alla nostra Camilla Vaccarini, anche lei al termine di un torneo perfetto, dove ha “vendicato” la sconfitta subita nella finale di Campionato Italiano, battendo stavolta la frascatana Conti.

Testimonial d'eccezione della manifestazione è stata Valentina Vezzali che ha premiato le nostre atlete.

Che dire poi degli altri nostri “puffi blu”, Angela Gaudiuso, Ludovica Grisanti, Giacomo Magnanini e Sveva Paroncini? Anche se non sono saliti sul podio si sono tutti dimostrati in grado di tenere bene la pedana e al termine sono usciti contenti e a testa alta.

Merito dei nostri maestri, vecchi e nuovi.

LA NOSTRA TIFOSERIA SCATENATA

Ultimo aggiornamento Martedì 03 Novembre 2015 22:38
 


Pagina 8 di 24

Official Partner


Riviste

Link utili

 5 visitatori online
Tot. visite contenuti : 135393

ACCESSI DAL MONDO

Locations of visitors to this page

ORARI SALA SCHERMA

stagione agonistica 2019/2020

Esordienti / Fioretto di Plastica

LUNEDI  17:00-18:30

MERCOLEDI  17:00-18:30

GIOVEDI  17:00-18:00 (preparazione atletica)

Pre-agonisti / Prime Lame (9-10 anni)

LUNEDI  18:00-20:00

MERCOLEDI  18:00-20:00

GIOVEDI  17:00-18:00 (preparazione atletica)

Agonisti

LUNEDI  18:30-20:30

MARTEDI  18:30-20:30

MERCOLEDI  18:30-20:30

GIOVEDI  18:30-20:30

(preparazione atletica martedì 19,30-20,30 e giovedì 18,30-19,30)

Login